mercoledì 30 luglio 2008

Lo scempio è compiuto.

C'è da aggiungere qualcosa a queste immagini, le più tristi e strazianti che abbia mai postato sul mio blog? Non credo proprio. E' quasi superfluo dire che la maglia insudiciata da quella scrittà è orrenda, ridicola e non c'è ormai più differenza tra la nostra divisa e quella del Southampton. Siamo diventati una squadra come le altre, almeno dal punto di vista dei colori. Cosa avranno da ridere i giocatori proprio non lo so, specie quelli che avrebbero dovuto parlare e non lo hanno fatto...si vede che è un vizio, vero Etxebe? Tremende le immagini di quei due esseri ignobili di Macua e Imaz che sorridono come se fossero al ballo delle debuttanti mentre stringono tra le loro mani sporche la nostra gloriosa camiseta (nostra, non loro, mai) irrimediabilmente sfregiata.
Alla presentazione erano in 8.000 (su 40.000 posti), non è stata organizzata nessuna forma di protesta e la gente contraria ha preferito disertare, aspettando tempi migliori (leggi: la fine delle vacanze) per organizzarsi in modo serio e pensato. Noi italiani saremo al loro fianco e non mancherò di darvi notizie delle eventuali iniziative di protesta sul blog. Per adesso mi limito ad invitarvi al boicottaggio della nuova maglia, mentre io inizio un personale "sciopero delle immagini": queste sono le prime e ultime foto della maglia sporcata che posterò, da qui in avanti non metterò mai più un solo pixel che dia visibilità a quella odiosa scritta bluastra che violenta il nostro biancorosso. Non mancheranno foto alternative, ma se vorrete vedere le foto o i video della partite dovrete andare altrove, magari sul sito del maledetto Correo.
Ho citato non a caso quel giornale, da sempre favorevole alla pubblicità e alla trasformazione dell'Athletic in Sociedad Anonima Deportiva (SAD), proprio come la Real Sociedad (e tutti avete sotto gli occhi la fine che hanno fatto). El Correo parla della presentazione di ieri in termini entusiastici, imitato dal Mundo Deportivo che riferisce addirittura di più di 10.000 presenti (ma dove li hanno visti?). Se qualcuno mastica il castigliano, gli consiglio la lettura di questo articolo di Gara che illustra in modo esauriente, e critico, l'americanata messa in piedi dalla Macua band ieri sera. Anticipo solo che il presidente ha avuto il coraggio di fare una domanda al pubblico, chiedendogli se per caso è cambiata la filosfia da ieri a oggi (riferendosi ovviamente alla pubblicità). La gente ha fischiato, per fortuna. Ma questo qui prende anche per il culo, ve ne rendete conto? Dobbiamo stare attenti, molto attenti, perché l'avvocato dei palazzinari bilbaini è capace anche di proporre l'ingaggio di giocatori stranieri con la stessa faccia seria che aveva ieri.
Vabbè, la chiudo qui. Vi segnalo solo che questo pomeriggio, alle ore 14.30, su Radio24 si parlerà della vicenda. Ospite in studio il fondatore ed ex presidente della Peña Leones Italianos, Simone Bertelegni, autore peraltro dello splendido libro "L'ultimo Baluardo. Il calcio schietto dell'Athletic Bilbao". Come, non lo avete ancora letto? Correte a comprarlo, perché rischia seriamente di diventare un saggio storico e non un libro di attualità... Durante la trasmissione dovrebbe essere possibile chiamare per intervenire in diretta: facciamoci sentire!

PUBLIZITATERIK EZ! MACUA DIMISION! PETRONOR KANPORA!

27 commenti:

  1. Inserisco qui un post di Simone sul forum dei Leones, davvero molto interessante.

    "Una piccola ricerca che ho fatto, tanto per avere un'idea dell'immane somma versata da Petronor:

    accordo pubblicitario Athletic-Euskadi per 2 partite di UEFA 2004: 350mila euro, 350mila per DUE partite, più altri gettoni in caso di ulteriori incontri

    accordo pubblicitario Athletic-BBK 2006: 1,8mln di euro annui per mettere il logo su cartellonistica, facciata S.Mamés, poster, sito internet, sfondi e microfono sala stampa

    accordo pubblicitario Athletic-Biscaglia: udite udite, SEI milioni di euro nel 2002 (!!) per maglie da allenamento, maglie giovanili, maglie femminile e prima maglia amichevoli estive

    RIFLETTIAMO".

    Mi sembra chiaro che le motivazioni addotte da Macua sulla necessità della sponsorizzazione di Petronor (che versa 2 milioni di euro l'anno) sono del tutto pretestuose. Chissà se qualcuno avrà il coraggio di negarlo...

    RispondiElimina
  2. utente anonimo30 luglio 2008 14:45

    Ora capisco cosa ha provato mio padre, comunista da 50 anni, nel vedere le immagini della caduta del Muro di Berlino...e nel dirlo mi scuso per l'excursus politico (ma era solo per amor di metafora). La cosa che più (ancora di più) mi addolora è aver surfato sul forum di aupaathletic.com e aver trovato tanti commenti (direi il 50%) favorevoli allo stupro perpetrato alla maglia dell'Athletic. Magari il campione non è rappresentativo, però pensavo che ieri ci sarebbe stata la rivoluzione in Bizkaia e invece...invece forse siamo rimasti una minoranza nella minoranza, forse l'Anonimo di ieri rappresenta meglio di noi lo zeitgeist, anche in Euskal Herria.
    Che amarezza.
    Spero che l'orribile, tremenda foto che per dovere di cronaca hai postato sparisca nel più breve tempo possibile...
    Spes ultima salus...davvero, adesso non ci rimane altro che la speranza.
    PETRONOR KAMPORA! MACUA DIMISION!
    ZènonLigre

    RispondiElimina
  3. utente anonimo30 luglio 2008 16:21

    Qui si può riascoltare la puntata di "A tempo di sport" andata in onda oggi pomeriggio su Radio 24.

    http://www.radio24.ilsole24ore.com/programmi/A-tempo-di-sport/

    Il link per scaricarla:

    http://www.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/tempo-sport300708.rm

    Podcast:

    http://www.radio24.ilsole24ore.com/podcast/a-tempo-di-sport.xml


    Dal 37'45" si parla del caso Athletic-Petronor con l'intervento di Simone Bertelegni.

    RispondiElimina
  4. utente anonimo30 luglio 2008 16:23

    Ah, ho dimenticato ancora la firma nel post sopra :)

    Saluti, Braveheart.

    RispondiElimina
  5. utente anonimo30 luglio 2008 16:47

    2 milioni / 40 partite = 50.000 €.
    Ridicoli.
    Ormai sempre più chiaro ci sia sotto dell'altro in questa scelta comunicata e approvata quasi di nascosto in fretta e fuori una notte di mezza estate.

    Braveheart.

    RispondiElimina
  6. ZènonLigre: non fidarti del forum di AupaAthletic, è pieno di infiltrati pro-Macua... Anche io ieri mi aspettavo un gran casino, invece è stato deciso di disertare e di organizzarsi per resistere; una scelta a suo modo non sbagliata, perché il contratto ormai era stato firmato. Indietro non si torna, bisogna organizzarsi per fare opposizione in questi 3 anni (rassegnamoci, mi sembra impossibile recedere dalla firma ormai apposta, tra l'altro ciò comporterebbe il pagamento di una penale che immagino essere salatissima) nella speranza di poter tornare ad avere, prima o poi, la maglia immacolata. Capisco le tua parole sull'essere una minoranza, dettate sicuramente dall'amarezza, ma stai sicuro che non è così. La gente si sta muovendo e presto ce ne renderemo tutti conto, anche il presidente.

    Braveheart: grazie per i link all'intervento di Simone e per l'ultimo commento, illuminante.
    Comunque bisogna dare atto a Macua di aver progettato un colpo di mano di prima classe. Ugartetxe e Lamikiz, i due presidenti che prima di lui avevano provato a inserire scritte pubblicitarie sulla maglia, avevano commesso l'errore di scoprire troppo presto le loro carte... Macua ha agito sottotraccia, ha aspettato l'estate, ha fatto uscire la notizia ufficiosa solo pochi giorni prima della firma ufficiale, insomma ha preso tutti in contropiede e ce l'ha messo in quel posto. Bisogna dargliene atto e capire che dovremo essere altrettanto bravi, visti anche gli appoggi mediatici e politici di cui gode. Sarà dura, ma ci impegneremo con tutte le nostre forze per far tornare l'Athletic quello di pochi giorni fa.

    RispondiElimina
  7. utente anonimo30 luglio 2008 19:52

    che faccie di culo

    RispondiElimina
  8. utente anonimo30 luglio 2008 23:04

    Barça mes que un club

    RispondiElimina
  9. utente anonimo30 luglio 2008 23:07

    RAGAZZI ORMAI UNA COSA è CERTA ED è QUELLO CHE DEVONO FARE TUTTI I TIFOSI

    UN MEGA STRISCIONE CON SCRITTO:
    MAI CON QUESTA SOCIETà
    TOMMY

    RispondiElimina
  10. utente anonimo31 luglio 2008 09:51

    è inutile questo macua fa come se fosse tutto suo...in questo modo non ha rispettato la storia dell Athletic....ed è questa la cosa peggiore...se è vero che i tifosi non hanno organizzato nulla è probabile che aspettino occasioni con piu visibilita, la prima di campionato per esempio...immaginate la divisa di quest'anno senza sponsor, sarebbe stata bellissima...fuori Macua!
    gab

    RispondiElimina
  11. utente anonimo31 luglio 2008 17:54

    Basta stracciare l'abbonamento...

    RispondiElimina
  12. utente anonimo31 luglio 2008 18:52

    SVEGLIATEMI DA QUESTO INCUBO!!!!!!!! :-(

    Adri

    RispondiElimina
  13. utente anonimo31 luglio 2008 19:15

    Al peggio non c'è mai fine...

    Dal Correo:

    El Athletic ultima un contrato millonario con la multinacional Umbro

    La directiva rojiblanca y la empresa de ropa deportiva firmarán un acuerdo a cambio de dos millones anuales

    El Athletic y la empresa de ropa deportiva Umbro (absorbida por Nike el pasado mes de octubre por 410 millones de euros) ultiman un contrato por el cual la compañía con sede en Inglaterra vestirá a los equipos rojiblancos.


    Come polverizzare in una settimana ciò che si è costruito in 110 anni di storia. Dall'autoproduzione della maglia senza pubblicità alla pubblicità su una maglia con tanto di sponsor tecnico... A quando l'abbandono della specificità basca per vestire la camiseta dell'Athletic? Con Macua tutto è possibile, siamo nel peggiore degli incubi senza intravedere risveglio all'orizzonte.

    Braveheart.

    RispondiElimina
  14. Un amico, sul proprio blog, ha ripreso il mio post, ripreso dal tuo... ^__^
    Il link è questo!

    RispondiElimina
  15. Credo che dare visibilità allo sdegno, far vedere che le percentuali dei sondaggi sul sito dell'Athletic siano falsissime, è una delle strategie migliori di difesa.

    RispondiElimina
  16. Braveheart: per ora non ci sono conferme ufficiali, comunque il fatto di avere uno sponsor tecnico, personalmente, non mi sembra una tragedia di proporzioni paragonabili a quella della Petronor. Di sponsor tecnici ne abbiamo avuti tanti, in passato, e sicuramente avrei preferito il simbolino della Umbro ai petrolieri che adesso insozzano la nostra camiseta. Certo, averli tutti e due insieme è ancora peggio, ma tanto ormai il più è stato fatto e vorrà dire che lotteremo su due fronti comunque contigui. Dispiace molto per la Marca Athletic, va detto però che gestirla come hanno sempre fatto era suicida, basti pensare che per spedire una maglia fuori da Bilbao chiedevano 50 euro più il prezzo della maglia...ma chi te le compra???

    EQV: grazie della segnalazione, ora ringrazio il tuo amico! Preciso come sempre il tuo commento, niente da aggiungere.

    RispondiElimina
  17. ciao!

    ho notato il tuo blog...

    voto 10+ per la passione che ci metti...

    se ti va fai un salto nel mio (http://pasionboca.myblog.it) abbiamo in comune una passione per un Club lontano migliaia di km!

    a presto!

    RispondiElimina
  18. utente anonimo1 agosto 2008 10:41

    Beh certo su quello hai ragione. Però abituati da qualche anno all'autoproduzione (con un merchandising e vendita da dover gestire molto meglio, su questo niente da dire), perderla nella settimana stessa della pubblicità un po' spiace. Sempre se dovesse essere confermata, ovviamente.

    Comunque nel frattempo ho provveduto ad acquistare presso Walk On la camiseta dell'anno appena finito, l'ultima (per il momento) senza pubblicità.

    Braveheart.

    RispondiElimina
  19. Ultime notizie dicono che l'accordo con la Umbro, se dovesse esserci, sarebbe per il prossimo anno. Abbiamo un'intera stagione per far capire alla marca inglese (di proprietà della Nike, lo ricordo) che la camiseta con la pubblicità non vende. Speriamo bene...

    RispondiElimina
  20. INCREDIBILE DALL'ITALIA! PAOLO DELLA LUCIA, CALCIATORE 27ENNE DELLA LUCCHESIA PROBABILMENTE SARA' IL PRIMO STRANIERO DELL'ATHLETIC!! E QUESTO IN VIRTU' DI SUA MADRE NURIA, ORIGINARIA DELLA VIZCAYA.NE SAPETE NULLA??? SAREBBE DAVVERO ECLATANTE

    RispondiElimina
  21. utente anonimo2 agosto 2008 15:13

    Caro MATTETOS dove hai letto questa ....ata ? IMPOSSIBILE !! Nel senso, l'anno scorso macua aveva pensato a KEPA del Siviglia ( finito poi al GETAFE ) che aveva la madre basca, e la gente lo ha bocciato per essere fuori dalla filosofia. La filosofia dell'ATHLETIC recita : o nato nei paesi baschi o cresicuto nella cantera... Non si parla di parentele varie... Eppoi, ripeto, non è un problema di STRANIERI ma di Filosofia, perchè nella parola straniero come intendi tu, lo abbiamo già avuto, BIXENTE LIZARAZU di passaporto francese, ma essendo nato nei paesi baschi francesi ha giocato nell'ATHLETIC...

    Per cui evitate di scrivere di queste cose...

    RispondiElimina
  22. Mattetos, ho cercato su Internet ma non ho trovato nulla al riguardo, ergo le possibilità sono due: o hai trovato la notizia in un canale secondario (e ti chiedo di postarla, nel caso), oppure sei un buontempone che si diverte a prenderci per il culo, cosa che ti pregherei di non fare perché siamo già stressati da una settimana di orrori in serie. Grazie.

    RispondiElimina
  23. utente anonimo2 agosto 2008 17:03

    Complimenti per il blog, mi ci sono imbattuto per caso, avendo una passione sconfinata per tutto ciò che riguarda Euskadi (così come per tutti i popoli invisibili e oppressi della terra) e conseguenzialmente per L'ATHLETIC, essendo un fanatico del calcio. Ti ringrazio per la dedizione con cui svolgi questo importante lavoro d'informazione. Vorrei (so già che lo farai) che ci mettessi al corrente su tutte le iniziative di protesta che verranno organizzate in Euskadi ed, eventualmente, quelle organizzate in Italia a sostegno di esse (non sono a conoscenza della presenza di una rete organizzata di tifosi dell'Athletic che si possa muovere in questo senso, oltre ai frequentatori di questo blog). Grazie, a presto. Daniele

    RispondiElimina
  24. Grazie dei complimenti, Daniele, mi dispiace solo che tu sia capitato qui in un periodo così triste per la nostra maglia.
    Beh, una rete esiste: è la Peña Leones Italianos, il fan club italiano ufficiale dell'Athletic di cui faccio ovviamente parte; il sito della Peña è www.leonesitalianos.net e vi troverai il forum, sempre "caldo" e aggiornato. Ti aspetto lì allora, ciao!

    RispondiElimina
  25. utente anonimo2 agosto 2008 18:05

    Ok, grazie per l'informazione, non ero a conoscenza dei Leones italianos, credo che ci farò più di un pensierino sulla decisione di entrare a farne parte. Ci si legge sul forum, allora. ASKATASUNA!
    Daniele

    RispondiElimina
  26. utente anonimo2 agosto 2008 18:09

    Non visitavo il blog da un paio di settimane......che scempio, una cosa incredibile, non me l'aspettavo. Anche perché a mio parere due milioni di euro nel calcio di oggi sono veramente pochi per infangare la storia di un club come l'Althletic. L'insistenza di Macua mi sembra più che altro un modo per sondare quanto a fondo si può andare nel tagliare le radici all'Athletic "storico"

    Alex

    RispondiElimina
  27. Daniele: perfetto, a presto sul forum!

    Alex: a me l'insistenza di macua sembra più che altro indicare che lui ci ha guadagnato molto più di 2 milioni, da questo accordo, ma devo dire che anche la tua interpretazione è giusta. Per adesso il Presidente ha vinto una battaglia, dimostrando di avere mezzi notevoli, ma la guerra è ancora aperta.

    RispondiElimina