giovedì 17 luglio 2008

Terzo acquisto: Iñigo Vélez.


L'ex giocatore del Murcia stacca davanti a Cannavaro nel match contro il Real Madrid.

Sarà presentato ufficialmente fra due giorni il neo-acquisto dell'Athletic Iñigo Vélez, attaccante con trascorsi nell'Eibar e fino a ieri di proprietà del Murcia, squadra con la quale ha esordito in Primera nella stagione appena conclusa. Come sapranno i lettori assidui del blog, quello di Iñigol (soprannome datogli dai tifosi eibartarrak) è un acquisto che caldeggiavo da tempo, ritenendo il possente centravanti di Vitoria l'unica alternativa seria all'ingaggio di Diaz de Cerio della Real Sociedad; questo perché l'ex giocatore del Murcia, a dispetto della sua media realizzativa mai troppo lusinghiera, è un attaccante valido, bravissimo nel difendere la palla spalle alla porta per far salire la squadra, ottimo nel gioco aereo e dotato anche di buona tecnica. Nonostante la mole, infatti, è stato spesso schierato come guastatore sulla destra, col compito di prendere palla e tagliare verso il centro, e ha risposto con prestazioni all'altezza. Nella partita di campionato contro l'Athletic giocò poco più di un quarto d'ora e tuttavia mi fece una buona impressione proprio per la sua capacità di abbinare al gioco fisico, tipico di una prima punta di peso, delle interessanti azioni palla al piede che, solitamente, giocatori della sua stazza non hanno nelle corde. Iñigo è, insomma, un po' una controfigura di Llorente, superiore a parer mio nel gioco spalle alla porta, ma inferiore come capacità realizzativa all'interno dei 16 metri. L'anno scorso il gasteizarra ha segnato solo una rete in 23 incontri, ma va detto che non era titolare (Alcaraz e Clemente, chissà perché, gli preferivano un Goitom e un Baiano da denuncia), spesso ha giocato, come detto, fuori ruolo e in generale ha subito il non-gioco del Murcia, senza dubbio la peggior squadra della Liga, forse ancor più deludente del disastrato Levante. Quello di Iñigo resta comunque un difetto non da poco, visto che Nando stesso non è ancora quel che si usa definire un bomber di razza. La scelta dell'Athletic, però, mi pare assai ben ponderata: adesso in rosa ci sono due seconde punte agili, brave a svariare e ottime per il contropiede (Aduriz ed Etxeberria) e due centravanti potenti (Llorente e Iñigo). Un parco attaccanti più che discreto, anche in virtù del possibile passaggio in prima squadra del talentino Isma Lopez. A questo punto, risultano di troppo l'altro Vélez, Ion, e il nuovo arrivato Gaizka Toquero; personalmente credo che quest'ultimo verrà girato all'Eibar per farsi le ossa, opzione peraltro prevista già al momento del suo acquisto, mentre per l'attaccante di Tafalla vedrei bene un nuovo prestito dopo quello all'Hercules. Accogliamo dunque nella famiglia biancorossa il buon Iñigo, che peraltro ha pagato di tasca sua la "carta di libertà" per potersi svincolare dal Murcia e firmare a parametro zero per il club di Bilbao, che sfiorò da ragazzino (l'Aurrerá Vitoria, squadra nella quale è cresciuto, è convenzionata con l'Athletic, che tuttavia non volle portarlo nelle sue giovanili) e che ritrova adesso, dopo un brutto infortunio al ginocchio ai tempi dell'Espanyol B e una lunga gavetta nelle serie minori. Benvenuto, e buona fortuna!

La scheda di Iñigo:

Iñigo Vélez de Mendizabal Fernández de Garaialde
Vitoria 15/03/1982
1,93 m-82 kg

Aurrerá Vitoria B (Tercera, 1999-2000)
Aurrerá Vitoria (Segunda B, 2000-2002) 51 partite - 15 gol
RCD Espanyol B (Segunda B, 2002-2004) 25 partite - 4 gol
SD Eibar (Segunda, 2004-2006) 55 partite - 5 gol
SD Eibar (Segunda B, 2006-2007) 25 partite - 8 gol
Real Murcia (Primera, 2007-2008) 23 partite - 1 gol

9 commenti:

  1. Dovrebbero inparare un po tutti da voi!!!
    Siete vera e propria leggenda,la camiseta non si è mai permesso di imbrattarla nessuno.
    Ho fatto un post apposito per parlare dello scempio della Nike nella nostra ''Home'',perchè trattasi di vero e proprio sacrilegio nei confronti di Chapman e quindi della nostra tradizione come uno dei well dressed teams in the world!
    Vedo qua che avete comprato un nuovo giocatore,seguo un po la liga e l'Athletic quando sky ci concede il privilegio ma non conosco questo Iñigo Vélez ma la provenienza è certa,Vitoria,e ci mancherebbe...,siete un baluardo unico e simpatizzo Athletic per questo.
    p.s:son stato di recente anche sul forum,assolutamente ben fatto

    RispondiElimina
  2. utente anonimo16 luglio 2008 23:18

    A me piace molto Inigo come giocatore... credo (e spero) che farà molto bene nel nostro all'Athletic... Aupa Athletic!

    Alessio

    RispondiElimina
  3. utente anonimo17 luglio 2008 09:41

    Con quello che c'è in giro e premesso che chi nn tiene ad indossare la nostra camiseta (J.Llorente e il Pesetero) può rimanere tranquillamente dov'è, credo che Inigo sia quello che ci serviva per completare il parco attaccanti. Benvenuto Inigo!
    ZènonLigre

    RispondiElimina
  4. utente anonimo17 luglio 2008 13:30

    Ammetto che non conoscevo questo giocatore, speriamo possa dimostrare al meglio le sue qualità con la maglia dell'Athletic! Il parco attaccanti ora sembrerebbe completo...anch'io sono favorevole a Isma Lopez in prima squadra e al prestito di Ion Velez e Toquero, sono convinto che farebbe bene ad entrambi...aupa athletic! Piero

    RispondiElimina
  5. Francio: purtroppo sembra che l'attuale presdiente voglia passare alla storia come colui che, per primo, ha sporcato le maglie dell'Athletic con la pubblicità...ci sarà da lottare ma la possibilità di capitolare è concreta. Per il resto concordo!

    Alessio: anche a me, per il poco che ho visto, il giocatore è piaciuto. La tua speranza è anche la mia, tuttavia vorrei sottolineare che ritengo Iñigo una riserva, da usare per sostituire Llorente o magari in coppia con lui a partita in corso (sai che paura farebbero ai difensori quei due marcantoni...); Nando va fatto maturare ancora in pace e Aduriz mi sembra sempre la miglior alternativa possibile per affiancarlo in avanti.

    ZènonLigre: secondo me la dirigenza doveva fare qualcosa in più per prendere Diaz de Cerio della Real, il classico finalizzatore d'area che manca nella nostra rosa, visto la disastrata situazione finanziara dei cuginastri. E' tuttavia proababile che anche le casse biancorosse siano in crisi, dunque si è scelto di puntare su Iñigo anche perché è stato preso a zero. Ritengo comunque, come ho scritto nel post, che la scelta dell'ex Murcia sia giusta nell'ottica di avere due giocatori per ruolo in attacco (ovvero due seconde punte e due centravanti di peso), senza contare la duttilità del gasteizarra nell'adattarsi anche a giocare sulla fascia o lontano dalla porta. Diaz de Cerio probabilmente avrebbe assicurato più gol di Vélez ma meno alternative tattiche.

    Piero: Ion Vélez, per quanto visto lo scorso anno, secondo me non è ancora giocatore da Primera; un prestito ulteriore, dopo il buono scorcio di stagione giocato ad Alicante, non può che fargli bene. Toquero è stato preso già con l'intenzione di testarlo in Segunda, all'Eibar, e mi stupirei molto se Caparros decidesse di tenerlo, anche se col tecnico di Utrera non bisogna mai dare niente per scontato (vedi Koikili lo scorso anno).

    RispondiElimina
  6. utente anonimo17 luglio 2008 17:28

    complimenti per il blog,ti verrò a trovare spesso,dopo aver letto il libro l' ultimo baluardo L'Athletic è diventata la mia seconda squadra..
    ciani

    RispondiElimina
  7. ah ecco,come non detto,c'e sempre quello che ci vuole mettere lo zampino...ma non credo che sarà facile per il nuovo presidentissimo affrontare l'ira di un popolo così attaccato alla tradizione...
    Speriamo di tener duro

    RispondiElimina
  8. Ciani: ti ringrazio. Secondo me dovresti fare un salto anche sul sito dei Leones Italianos (www.leonesitalianos.net), tra l'altro le iscrizioni per il nuovo anno iniziano a settembre!

    Francio: si annuncia una dura lotta, ma stai sicuro che a Bilbao sanno come battersi contro certe cose.

    RispondiElimina
  9. utente anonimo30 luglio 2009 11:43

    Il miglior acquisto e' senza dubbio la conferma di LLorente!
    Forza BILBAO, altre che galacticos, qui si gioca per amore della maglia!

    RispondiElimina