giovedì 10 gennaio 2008

Stasera Athletic-Espanyol.


Urla, Jokin, e speriamo che i Leoni ti sentano...

La Copa del Rey da oggi entra nel vivo con le gare di andata degli ottavi di finale e per l'Athletic la strada si fa subito in salita, visto che al San Mamés arriva l'Espanyol di Valverde, la squadra senza dubbio più in forma della Liga. Tanto per rendere l'idea, gli uomini allenati da Txingurri sono in serie positiva da 14 incontri e hanno mietuto vittime eccellenti nel loro cammino, quali ad esempio Valencia, Siviglia e Real Madrid; la speranza è che l'ex attaccante ed ex allentore dell'Athletic (nostalgia canaglia...) faccia un bel po' di turnover, lui che ha traguardi più ambiziosi della salvezza da raggiungere. Sicuramente sarà fuori Riera, probabile la panchina per Tamudo e De la Peña, in porta dovrebbe esserci il "nostro" Lafuente, che peraltro dovrà sostituire Kameni durante la Coppa d'Africa (e lì saranno cavoli amari): insomma, assenze di un certo peso.
In casa Athletic si rivede dopo 3 mesi di latitanza Tiko, giocatore a cui voglio sempre un gran bene, e in generale anche Caparros sembra deciso a far rifiatare un po' di titolari in vista della grande sfida con il Siviglia, il derby del cuore per il tecnico di Utrera. Jokin concede un turno di riposo a David Lopez, Koikili e Orbaiz, mentre Zubiaurre, Iraizoz, Ocio, Etxeberria e Cuellar sono infortunati; restano fuori per scelta tecnica Murillo ed Exposito. Ecco i 16 convocati: Aranzubia, Raul, Del Horno, Ustaritz, Amorebieta, Prieto, Iraola, Tiko, Garmendia, Yeste, Javi Martinez, Susaeta, Gabilondo, Muñoz, Llorente e Aduriz. La presenza di sole due punte di ruolo lascia presagire l'utilizzo del 4-2-3-1, con Aranzubia in porta, Del Horno, Amorebieta, Ustaritz e Iraola in difesa, Javi Martinez e Tiko (o Muñoz) in mediana e la linea di trequartisti Gabilondo-Garmendia-Susaeta dietro Aduriz. Obiettivo numero 1: non prendere gol e tentare di giocarsi il passaggio del turno al Montjuic, affidandosi ai santi protettori del contropiede. Personalmente, spero in una buona prova di Susaeta che convica Caparros a mettere da parte l'impresentabile David Lopez visto fin qui, in favore del più fresco e imprevedibile Markel.

Mercato: alla fine dell'allenamento di ieri, Caparros ha rivelato di stare seguendo con attenzione Gaizka Toquero, attaccante 23enne del Sestao River (Segunda B), la stessa squadra in cui fino allo scorso anno militava Koikili. Sarà lui l'elemento chiave per risollevare le sorti dell'attacco biancorosso? Scettici, ma fiduciosi, noi tifosi restiamo in attesa di sviluppi.

2 commenti:

  1. utente anonimo10 gennaio 2008 13:15

    Poche balle, non serve nessuno, serve che quando scendono in campo giochino come sanno. Vedi ieri sera, coem già al Sardinero, si sbagliano GOL clamorosi e alla priam che ti fanno, ecco la CAGATA di turno e gol subito. Con IRAIZOZ in porta l'ATHLETIC avrebbe per lo meno due punti in più, e non sarebbe poco, e un andata di quarto di finale sull'1:0 pe rnoi. Mi spiace ma dopo ieri per me DANI ARANZUBIA è un giocatore finito !! Mi spaic eun sacco, ma ormai è lapalissiano che Dani non è più un giocatore da PRIMERA ! ...

    EMI

    RispondiElimina
  2. Emi, lo sai che difendere Dani a spada tratta è un po' il mio hobby, però francamente non riesco a darti torto...ha fatto un'uscita sul gol di Soriano semplicemente indecente. Certo, perdere la fiducia dell'ambiente è, per un portiere, quanto di più deleterio ci possa essere, però in ogni partita Aranzubia ormai infila sempre una o più cappelle ed è dura andare avanti così.
    Io son convinto che in un'altra squadra potrebbe tornare il buonissimo portiere che era, ma qui a Bilbao...beh, forse ha fatto il suo tempo.

    Per quanrto riguarda la partia è la solita storia: buon primo tempo, nel quale però non facciamo gol neanche a porta vuota, e pessima ripresa. Stavolta ci ha salvato il gol di Susaeta, un tipetto che vorrei vedere più spesso in campo, ma la preoccupante ripetizione del calo nella ripresa sta diventando un vero incubo...

    RispondiElimina