venerdì 15 giugno 2007

Emi sei tutti noi.

Ecco il pensiero di Emiliano, presidente della Peña Leones Italianos, sulla partita di domenica.

In attesa della battaglia...
Quando ero alle elementari, mi sono molto appasionato alla prima guerra mondiale, alla guerra di trincea. I soldati che attendono l'ora dell'attacco, scrivono lettere a casa, e cercano di scacciare via la paura, l'ansia, il panico, consci che il prossimo potrebbe essere il loro ultimo assalto.
Lo so, il paragone è quanto meno fuori luogo. Una guerra è una cosa brutta, tragica e si spera sempre che sia l'ultima. Il calcio al contrario è qualcosa di bello e gioviale, finita una partita non vedi l'ora che cominci l'altra: ma in questi giorni io mi sento un soldato in trincea. Fiducioso che tutto andrà per il meglio, ma consapevole di non poter sbagliare. E penso all'anno appena vissuto, ai nuovi amici che ho conosciuto, a chi ha avuto la gioia di diventar padre per la prima volta, a chi è riuscito a laurearsi, a chi ha fatto pubblicare il suo primo libro... ma anche a chi ha sofferto per la perdita di parente molto caro, a chi ha dovuto rinunciare al viaggio a Bilbao per un problema economico dell'ultimo minuto o perchè un malore inaspettato gli ha fatto cambiare piano all'ultimo momento. E penso a cosa farei se fossi a casa... a BILBAO... Di sicuro per farmi coraggio, la sera dopo essere rientarto a casa, aver cenato, mi dirigerei verso la Avenida Rafael Moreno Aranzadi, dove c'è la Catedral de San Mames, e in silenzio mi farei un giro attorno allo stadio cercando di respirare i 100 e passa anni di storia biancorossa, immaginare le gesta del PICHICI, il colpo di testa di TELMO, le finte ubriacanti di PIRU, i miracoli tra i pali del "CHOPO" o la grinta di JAVIER che impartisce gli ordini dalla panchina. E sono sicuro che saranno tutti li a passegirare con me, in attesa dell'ultimo attacco, e ci sarà anche il piccolo IÑAKI, strappato alla camiseta zurigorri da un destino crudele...

Oggi è venerdi, tra due giorni ci sarà la battaglia e noi saremo in prima linea, so che tutti quanti voi che state leggendo, farete le scale che dividono lo spogliatoio dal campo e scenderete in campo con i leoni...
Passo e chiudo le operazioni radio, spero di rivedervi tutti sani e salvi domenica alle 19, al solito posto, uniti in un grande abbraccio !!

AUPA ATHLETIC !!

2 commenti:

  1. utente anonimo17 giugno 2007 20:00

    SALVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    AUPA AUPA AUPA AUPA AUPA ATHLETIC!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Non voglio più soffrire così.
    Adesso progettiamo per una risalita veloce verso i vertici o quantomeno verso le posizioni che più ci competono(la UEFA).

    Grazie ragazzi e un abbraccio allo splendido pubblico del San Mamès,vero vincitore morale di quest'annata balorda.

    Bilbao per sempre.

    RispondiElimina
  2. utente anonimo24 giugno 2008 21:49

    sei un grande ma dunque da te ho bisogno di alcune informazioni più precise a riguardo di questo che hai scritto:

    cosa farei se fossi a casa... a BILBAO... Di sicuro per farmi coraggio, la sera dopo essere rientarto a casa, aver cenato, mi dirigerei verso la Avenida Rafael Moreno Aranzadi, dove c'è la Catedral de San Mames, e in silenzio mi farei un giro attorno allo stadio cercando di respirare i 100 e passa anni di storia biancorossa, immaginare le gesta del PICHICI, il colpo di testa di TELMO, le finte ubriacanti di PIRU, i miracoli tra i pali del "CHOPO" o la grinta di JAVIER che impartisce gli ordini dalla panchina. E sono sicuro che saranno tutti li a passegirare con me, in attesa dell'ultimo attacco, e ci sarà anche il piccolo IÑAKI, strappato alla camiseta zurigorri da un destino crudele...

    insomma, a parte il grande rafael moreno e il mitico e infallibile telmo zarra, chi è "el chopo", chi "javier" e chi, soprattutto, "inaki" e quale è stata la sua fine?
    vorrei sapere altezza, caratteristiche, nomi quanto più precisi possibile:
    sono un grande simpatizzante dei Los Leones, sono dei grandi e presto speriamo torneremo a dimostrarlo:
    gioco alla play, ecco il grande bisogno, e già nel mio bilbao dribblano e segnano il pichici in coppia con telmo: un sogno che si realizza_ ciao

    mia e-mail:

    mattia.seg@gmail.com

    grazie ancora, sempre se troverai tempo

    m

    RispondiElimina