mercoledì 1 novembre 2006

Aranburu a Bilbao?

Oggi su As c'è una notizia che ho trovato davvero succosa. Premesso che As è un po' il Tuttosport spagnolo (sul calciomercato le spara grosse, quasi enormi) posso dirvi che, secondo il quotidiano, a Bilbao stanno seguendo con interesse l'evoluzione della situazione contrattuale di Mikel Aranburu, uno degli elementi principali della Real Sociedad. Aranburu, 27 anni, è tornato recentemente sui campi da gioco (per la precisione alla prima giornata, Athletic-Real Sociedad 1-1, e ci ha anche segnato) dopo il bruttissimo infortunio dell'anno scorso, una rottura del ginocchio provocata da un'entrata assassina di Oriol del Racing Santander. Il giocatore termina il suo contratto alla fine di questo campionato, anche se la Real può esercitare la clausola di rinnovo unilaterale per un'ulteriore stagione. In caso di retrocessione (possibile, viste le prestazioni offerte finora dai txuri-urdin), tuttavia, potrebbe impuntarsi e chiedere di essere lasciato andare. Adesso c'è poco da fare, se non restare alla finestra in attesa di eventuali sviluppi. Aranburu è un giocatore che adesso ci sarebbe utilissimo: duttile, tecnicamente superiore alla media, può giostrare come centrocampista centrale o laterale destro, alto o basso non fa differenza; è dotato di un buon cross, segna sempre 4-5 gol a stagione ed ha un grande carisma. Personalmente sarei felicissimo di averlo a Bilbao, anche perchè è sempre stato uno dei mie "pallini" (quando alleno l'Athletic a Scudetto cerco ogni volta di prenderlo, ma la Real non me lo dà mai).

Dalla sede.
Continua a riempirsi l'infermeria dell'Athletic. Stavolta a fermarsi è Aduriz, uscito malconcio dalla partita di Pamplona a causa di una distorsione alla caviglia a seguito di una banale caduta. Sembra che ci sia di mezzo il legamento, pertanto Aritz salterà sicuramente la partita col Racing, in attesa di capire quali saranno i tempi di recupero. Con l'ex attaccante del Valladolid diventano sette i giocatori infortunati: Tiko, out per tutta la temporada, Garmendia, Ustaritz e Luis Prieto (noie agli adduttori), Aranzubia (tendinite) ed Orbaiz (problemi ad un legamento del ginocchio sinistro). Di questo nutrito gruppo, solo Orbaiz e Ustaritz dovrebbero essere in grado di giocare domenica.
Intanto, la federazione spagnola ha dato il proprio assenso riguardo alla possibilità di inserire Zubiaurre al posto di Tiko nella lista dei giocatori utilizzabili nelle partite di Liga. Tutto ciò nonostante la Real Sociedad stia seriamente pensando di ricorrere all'ultimo grado della giustizia spagnola per ottenere un risarcimento di 33 milioni di euro da parte dell'Athletic (a fronte dei 5 milioni fissati dal tribunale basco). Finalmente una buona notizia per Iban, il cui incubo potrebbe finire a giorni.

5 commenti:

  1. utente anonimo1 novembre 2006 19:16

    Interessante scoperta...

    Sai chi ha la madre bilbaina e potrebbe giocare nell'ATHLETIC ? Un certo GONZALO "PIPITA" HIGUAIN del River Plate....

    Altro che Aramburu... che cmq farebbe piacere soprattuto se lo portiamo via a parametro zero !

    RispondiElimina
  2. utente anonimo1 novembre 2006 19:17

    la notizia di Higuain l'ho scritta io.

    Emi

    RispondiElimina
  3. Emi, dove l'hai letto? Non per smontarti, ma ricordo di avere letto questa cosa su MD l'anno scorso, il 1 aprile. Poi il giorno dopo dissero che era un pesce d'aprile... Comunque mi hai incuriosito, ora mi informo.

    RispondiElimina
  4. Scusa Emi sono un cretino. Ho letto Higuain del River e ho pensato al Kun Aguero dell'Atletico Madrid, su cui era uscita la notizia del MD. In effetti l'avevo sentita questa cosa di Higuain, comunque è irrealizzabile per due motivi: 1) non credo che gliene freghi più di tanto dell'Athletic; 2) lo seguono tutte le grandi d'Europa e il prezzo non sarà basso. Meglio Aranburu e un Gari Uranga (che a me piace un sacco).

    RispondiElimina
  5. A parte i vari discorsi, Higuain nn sarebbe "coerente" con la politica di Lezama, nati nei paesi baschi o cresciuti nel vivaio biancorosso. Pipita è nato a Brest ed è cresciuto calcisticamente in Argentina.
    Cmq il fenomeno di Lamikiz ci ha provato quando il prezzo del ragazzo era molto basso.

    Dopo il caso ZUBIAURRE, io non comprerei più dal vivaio di Zubeldia, a meno che non sia gente come ZUBIAURRE che aveva già il cuore biancorosso. Meglio riportare a casa i vecchi canterani come CUELLAR o MERINO, che i giovani della irreal suciedad si rendano conto che il loro posto possa essere preso da un coreano qsiasi.

    RispondiElimina