lunedì 4 dicembre 2006

13a giornata: Real Madrid-Athletic (in diretta qui).

Cinque minuti all'inizio del match, il primo per l'Athletic con Mané in panchina. C'è grande curiosità per vedere all'opera il mister biscaglino, chiamato subito ad un'impresa proibitiva: uscire indenne dalla tana del Real Madrid di "Don" Fabio Capello, che non sta esaltando la stampa spagnola per il gioco ma macina punti giornata dopo giornata. Mané ha vinto una volta con il suo Alaves al Bernabeu e ha invitato le merengues a non prendere i Leoni sotto gamba; tra poco meno di due ore, il campo darà il suo verdetto.

6' Mi era saltato il collegamento, ho perso i primi 6 minuti. Siamo comunque sullo 0-0.

11' Purtroppo oggi PP Stream non va, si blocca di continuo. Per ora non sono riuscito a vedere niente, adesso sembra che si stia riprendendo. Tengo le dita incrociate. Punteggio sempre fermo sullo 0-0.

15' Occasionissima Real. Raul riceve un lancio di Roberto Carlos, supera Prieto con lo stop di petto a seguire e spara di sinistro: palla fuori a portiere battuto.

16' Ancora Real vicino all'1-0: prima Lafuente si oppone al tiro di Salgado, quindi, sull'angolo seguente, Ramos ciabatta una comoda conclusione e alza il pallone da due passi. Real arrembante.

22' Athletic vicinissimo al gol con una punizione dai 25 metri di Yeste, fuori davvero di un niente. Dopo aver contenuto la sfuriata delle merengues intorno al quarto d'ora, l'Athletic sta tenendo bene il campo. E' presto per dire se sia cambiato qualcosa, ma la voglia di lottare (latitante negli ultimi tempi) sembra essere tornata.

24' Mi piace questo Athletic, che pressa alto e riconquista molte palle sulla trequarti offensiva. Tonico Javi Martinez, Yeste c'è.

28' Robinho fa impazzire Exposito in area, ma il suo cross viene deviato da un altro difensore in angolo.

Perdonate la dimenticanza, ma coi problemi di prima mi sono dimenticato di scrivere le formazioni. L'Athletic si schiera col suo classico 4-2-3-1 con Lafuente; Iraola, Prieto, Sarriegi ed Exposito; Javi Martinez e Orbaiz in mediana; Etxebe, Yeste e Gabilondo dietro Aduriz. Real speculare, con Van Nistelrooy (e non Ronaldo) supportato da Reyes, Raul e Robinho. In difesa non c'è il Pallone d'oro (sic!) Cannavaro, al suo posto Mejia.

32' Due occasioni enormi in un minuto per il Real. Prima Van Nistelrooy manda incredibilmente fuori una conclusione all'altezza del dischetto del rigore (grande contropiede delle merengues), quindi Robinho se ne va a sinistra ma conclude sull'esterno della rete.

34' GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELL'ATHLETIC! PRIETO!

Incredibile al Bernabeu: Athletic in vantaggio nel momento migliore dei padroni di casa. Punizione dai 30 metri, Luis Prieto se la sente e spara: il pallone passa in mezzo a diversi giocatori e sbuca davanti a Casillas, che non è impeccabile e non trattiene. Il portiere madridista si lamenta per la posizione di fuorigioco di un biancorosso davanti a lui, che in effetti sembra netta.

36' Athletic vicinissimo al raddoppio: punizione tagliata di Yeste, sbuca Etxebe che calibra un pallonetto di testa fuori di un metro alla sinistra di Casillas, scavalcato.

Partita bellissima finora. Adesso il Real non ci sta e prova a buttarsi in avanti, ma l'Athletic non si fa schiacciare ed anzi è pericolosissimo in contropiede.

42' Mischione in area del Real, alla fine la difesa libera a fatica. Athletic decisamente migliore, il vantaggio ha galvanizzato i Leoni e reso molto nervosi i blancos.

45' Giù Orbaiz nell'area dell'Athletic, si sta toccando un ginocchio: speriamo che non sia niente di grave.

47' Finisce il primo tempo sul risultato di 1-0 per l'Athletic. Fischi del Bernabeu per il Real.

Commento: che partita ragazzi! Per ora davvero bella, combattuta, piena di rapidi ribaltamenti di fronte e di azioni da rete. L'Athletic sta giocando come mai aveva fatto con Sarriugarte in panchina (e qui i casi sono due, giocatori contro tecnico o allenatore incapace): squadra corta, che pressa alto e non fa respirare Diarra ed Emerson, i due pivote del Real. Il tasso tecnico dei padroni di casa ogni tanto emerge con forza e porta ad occasioni notevoli (su tutte quella divorata da Van Nistelrooy alla mezz'ora), tuttavia i baschi si fanno preferire come collettivo. Il vantaggio forse è esagerato (il gol, tra l'altro, è viziato da un evidente fuorigioco), però l'Athletic sembrano più squadra, mentre le merengues vivono degli acuti idividuali. La difesa biancorossa per ora sta tenendo bene; a livello di singoli, da registrare le ottime prova, almeno finora, di Prieto, Javi Martinez e Yeste. Un unico appunto verso i rojiblancos: riescono a creare pericoli solo su palla inattiva, forse perchè Aduriz è sì molto mobile e generoso, ma non troppo adatto per fare la boa. I madridisti adesso confidano in una mossa di Capello per ribaltare la situazione, noi biancorossi speriamo di non ripetere il match dello scorso anno: primo tempo 1-0 per noi, finale 3-1 per il Madrid (e con questa gufata vi rimando al secondo tempo).

Si ricomincia, c'è Ronaldo in campo a far coppia con Van Nistelrooy.

54' brivido per l'Athletic, con Lafuente che rinvia corto, poi rimendia parando la conclusione ravvicinata di Van Nistelrooy. In campo c'è anche Beckham, che non avevo ancora notato.

55' Bernabeu in rivolta: gol annullato a Van Nistelrooy per fuorigioco, le immagini mostrano che l'olandese era in posizione regolarissima.

57' Esce Orbaiz infortunato, entra Murillo. Un errore non sostituire nell'intervallo Don Pablo, che sembra essersi fatto male seriamente.

58' Etxeberria entra in area superando bene Roberto Carlos, ma il suo tiro finisce fuori con Casillas comunque sul pallone.

Manca mezz'ora alla fine, purtroppo sta accadendo la cosa peggiore: l'Athletic si sta facendo schiacciare e passa raramente la propria metà campo. Ronaldo è in palla, continuando così sarà difficile mantenere il vantaggio.

62' Athletic che spreca un 2-0 che sembrava già fatto: da Yeste ad Aduriz, il numero 23 entra in area ma viene contrato al momento del tiro, la palla arriva a Gabilondo che tira troppo debolmente, permettendo l'intervento di piede di Casillas. L'Athletic non deve rinunciare a giocare.

64' Pareggio del Real. Retroguardia biancorossa distratta su di un lancio dalle retrovie, sbuca alle sue spalle Ronaldo che fa un gran numero, stoppando il campanile con la palla che resta lì e battendo Lafuente con un tunnel. Gran gol del brasiliano, 1-1.

Peccato, l'Athletic ha preso un gol stupido poco dopo averne fallito uno facile facile. Ma la retroguardia del Madrid non è imbattibile stasera, bisogna crederci e bisogna mettere dentro Urzaiz.

70' Esce Yeste, entra Isma. Athletic che si dispone con un 4-4-2 in linea. Mané vuole vincerla!

73' Tacco al volo per Raul, sinistro di prima intenzione del capitano madridista: fuori.

74' espulso Aduriz per una gomitata in elevazione a Diarra: aspetto il secondo replay per giudicare, purtroppo non ho visto il primo.

Ultimo quarto d'ora del match che si preannuncia di pura soffrenza per i baschi, in 10 e sottoposti ad una grande pressione da parte del Real.

79' Tutti trattengono il fiato per una punizione di Beckham: non è nulla di che, para facile Lafuente. Intanto esce Etxebe, al suo posto Casas. Giustamente adesso Mané si tutela, un punto a Madrid sarebbe ottimo.

81' Vantaggio del Real. Roberto Carlos dalla distanza pesca il jolly. Un minuto prima, Ronaldo aveva sfiorato a sua volta il 2-1.

Cantano adesso le merde del Real, ma per 80' si sono cacati sotto.

Il Real controlla, l'Athletic non ha più la forza per attaccare. Peccato.

87' Incredibile occasione per l'Athletic su pasticcio della difesa di casa. Il tiro a botta sicura di Iraola viene parato di piede da Casillas. Miracolo del numero 1 spagnolo, che evita un gol fatto.

4' di recupero, Athletic avanti col cuore ma il Real ha buon gioco a chiudere gli spazi.

94' Finisce 2-1 per il Real al Bernabeu. Proteste dell'Athletic proprio all'ultimo secondo per un presunto tocco di mano in area di rigore merengue.

Commento finale: purtroppo la mia gufata, che in realtà doveva avere l'effetto opposto, si è rivelata tale e l'Athletic ha perso. A parte gli scherzi, devo dire che il Real ha meritato la vittoria in virtù della grande mole di gioco creata nella ripresa, ma anche un pareggio non sarebbe stato scandaloso. I biancorossi mi sono piaciuti e hanno dimostrato che, se credono nei propri mezzi e si applicano, possono dare fastidio a chiunque; non siamo una squadra da terzultimo posto e stasera lo abbiamo fatto vedere, facendo soffrire i madridisti fino all'ultimo secondo. La partita ha avuto due episodi per me decisivi: il gol sbagliato da Gabilondo, che ci avrebbe dato il 2-0, e l'espulsione di Aduriz, che ha scombinato il 4-4-2 appena ideato da Mané (purtroppo non sono riuscito a capirne la dinamica, chiedo lumi a chi ha visto bene l'azione). In mezzo, il gran gol di Ronaldo, in chiusura la prodezza balistica di Roberto Carlos. Come avevo già detto alla fine del primo tempo, il Real si affida ai solisti e anche stavolta gli è andata bene, ma devo dire che l'atteggiamento mentale ed il modo di giocare dei Leoni mi sono piaciuti. Avanti così, la strada è quella buona. Chiudo con i migliori: Robinho e Ronaldo (fantastico, gol compreso) per il Real, Javi Martinez e Iraola per l'Athletic.

8 commenti:

  1. Maledizione, maledizione, maledizione. LA partita è girata nel minuto fra il gol fallito da Gabilondo e il gol di Ronaldo, e anche in dieci abbiamo avuto la palla del pareggio con Iraola. Ci speravo... comunque queste sono partite che si "possono" perdere in questo modo, ci sta, lottando fino alla fine. Speriamo che il nuovo corso in panchina dia i suoi frutti.

    RispondiElimina
  2. Ah, e il gol di Van Nistelrooy era assolutamente da annullare perchè non era il centravanti ad essere in fuorigioco ma Robinho sul passaggio di Beckham.

    RispondiElimina
  3. concordo in pieno, se Gabi mette il 2-0 le merdengues vanno a casa e subito. Anche l'espulsione di Aritz per me è stata importante nel determinare negativamente il match: ci eravamo appena sistemati con quel 4-4-2 interessantissimo ma non c'è stato il tempo di vederlo all'opera. Eppure, avendo visto la difesuccia madrilena di stasera, sono convinto che gli avremmo potuto dare fastidio con Aduriz e Isma davanti...

    PS Sul replay del gol annullato a Ruud stavo seguendo l'olandese e non ho notato Robinho, comunque mi fido! Van Nistelrooy, in ogni caso, era in posizione regolare. E poi, diciamolo, l'arbitro non ci ha voluto male stasera, sul gol di Prieto c'era uno dei nostri in fuorigioco chilometrico proprio davanti a Casillas...

    RispondiElimina
  4. Vero, non si può dire che sia stato un arbitraggio casalingo. Peccato perchè se c'era una squadra alla quale avrei dato volentieri un dispiacere era proprio il Real... comunque, tiriamo avanti, mi ha confortato la prova della difesa, in fondo il Real ha avuto pochi buchi per passare, quasi nessun.
    Alla prossima.

    RispondiElimina
  5. chill chiatton e ronaldo proprio contro a noi doveva segnare? ragà cmq lafuente non fa una parata neanche a pagarlo... si stavolta non ha fatto papere, pero' forse sui gol qualcosa in piu' poteva farlo! non credete?

    RispondiElimina
  6. Sul primo no, sul secondo forse, però c'è da dire che aveva 500 persone davanti. Il tiro di Roberto Carlos non era fortissimo ma angolato, non mi sento di dare la colpa a Lafuente nonostante non mi piaccia affatto come portiere.

    RispondiElimina
  7. sul mio blog langolodimarco.splinder.com votate la petizione contro totti in nazionale e spargete la voce...

    RispondiElimina
  8. ma m'importa una sega di Totti...

    RispondiElimina