mercoledì 8 giugno 2011

Il pagellone 2010/2011: i portieri.


Gorka Iraizoz: per lui una sola partita saltata in tutta la stagione.

Iraizoz 5: nel contesto di un’annata positiva per gran parte dei giocatori biancorossi, il portiere navarro ha rappresentato un’eccezione non da poco. Il sospetto che non si trattasse di quell’ottimo estremo difensore che molti (me compreso) pensavano fosse al momento del suo acquisto dall’Espanyol si era già palesato nelle scorse stagioni, e purtroppo quest’anno è esploso in tutta la sua drammaticità divenendo una triste evidenza fattuale. Gli errori macroscopici, costati spesso più di un punto, sono stati numerosi, ma con frequenza ancora maggiore si sono viste tutte quelle piccole incertezze (uscite a metà, palle sfuggite di mano, interventi in due tempi su conclusioni non difficili, ecc) che alla fine della fiera pesano più delle cosiddette “cappelle”, poiché minano nel profondo il rapporto di fiducia tra difensori e portiere che è condizione necessaria e sufficiente per creare un reparto arretrato veramente affidabile. A 30 anni appena compiuti Gorka è un portiere ancora giovane (il ruolo, si sa, nel calcio è quello più longevo), tuttavia viene da chiedersi se non sia il caso di dare spazio a Raul e Aitor Fernandez, due prodotti di Lezama di cui si dice un gran bene e che aspettano solo di poter mostrare le proprie qualità in partite ufficiali.

Raul s.v.: la tentazione di dare un 6 d’incoraggiamento a questo giovane classe ’88 era forte, però alla fine ha prevalso la considerazione che una sola partita giocata, per quanto buona sia stata, non può bastare per dare un voto al giocatore. Il gigante bilbaino (è alto 1,96 m e pesa 88 kg) ha aspettato in silenzio, senza alcuna polemica, che Caparros gli concedesse l’esordio in prima squadra, anche se l’utrerano è sembrato “verderlo” molto poco; indicativa, in tal senso, la scelta di non farlo giocare neppure contro l’Alcorcon in Copa del Rey, competizione nella quale spesso vengono schierati i portieri di riserva. Il ragazzo non ha protestato e ha continuato ad attendere nell’ombra, finché la squalifica per somma di ammonizioni rimediata da Iraizoz gli ha spalancato le porte della Primera, e in che occasione: il derby con la Real Sociedad al San Mamés! Raul non si è fatto prendere dall’emozione e ha sfoderato una prova davvero incoraggiante, capitolando solo di fronte all’autogol di Javi Martinez e blindando alla grande la propria porta; in particolare è risultato molto sicuro sulle uscite alte, storico tallone d’Achille del collega titolare. A detta di molti meriterebbe più spazio, vedremo se Jokin o il suo successore decideranno di dargli fiducia.

Aitor n.g.

6 commenti:

  1. Condivido tutto su Gorka, era forse il caso di dare un po' piu' di spazio ai 2 Fernandez, tra l'altro Magunazelaia, Maletxebarria ed Etxebarriazarriaga, a parte la classica e meravigliosa impronunciabilita' caratteristica basca, pare possano avere un radioso futuro tra i pali, come mi ha confessato in rete Gorka Magunazelaia sfondare in quest oruolo e' difficilissimo e lui lavora sodo per ottenere risultati, ma potrebbe non bastare, le gerarchie alle volte non rispecchiano la bravura soggetiva in questo ruolo, ma una chance a costoro io la darei, ma sono ovviamente di parte per i giovani di Santa Maria de Lezama!!!!

    RispondiElimina
  2. utente anonimo8 giugno 2011 09:51

    Ciao Edo,
    si dice che la roma voglia Stephane Ruffier del Monaco, che è pure basco.... Non sarebbe male inserirsi nella trattativa, magari dando via Gorka....

    Reza

    RispondiElimina
  3. John: mah, la vedo dura per loro, Urtzi a parte... il fatto è che la concorrenza è serrata e il posto è uno solo (il dodicesimo non gioca mai), quindi giocoforza molti di loro si troveranno a spasso fra qualche tempo. Personalmente darei spazio a Raul, fisicamente eccezionale e dotato di buona tecnica, con Aitor di rincalzo (ne parlano benissimo, ma è un po' basso per il ruolo e non ha incantato nel Bilbao Athletic). Salutami Magunazelaia se ti capita di ribeccarlo in rete ;)

    Reza: buon portiere Ruffier, ma io sono sempre più per la politica "Mas Lezama y menos fichajes". A parte che il basco-francese costa parecchio (è nel giro della nazionale), nel vivaio abbiamo almeno 3-4 portieri in rampa di lancio e direi di provare a valorizzare loro. Peraltro per prendere Ruffier si dovrebbe prima cedere Iraizoz e non vedo, al momento, squadre pronte a fare la fila per il navarro.

    RispondiElimina
  4. Te lo saluto volentieri, cosi' come tutti gli altri ciovani canterani, ovviamente ho mandato l'amicizia a tutti e Magu, Laporte, e julien Gutierrez, sono stati i piu' contenti di ricevere ammirazione da cosi' lontano come dicono loro, ogni tanto gli posto qualche incoraggiamento e saluto che gentilmente ricambiano, sono daccordo anche con la tua disanima portieristica, tra l'altro sono tutti giovani e possono dimostrare qualsiasi cosa, basta che ne abbiano l'occasione

    RispondiElimina
  5. Bello, ora mi metto ad aggiungerli pure io su Fb! Tra l'altro se mi cerchi tramite email (edo14ath@gmail.com) mi trovi, aggiungimi pure ;)

    RispondiElimina
  6. volentieri, ricambio con la mia se vuoi johnb77@alice.it, Matteo Blas il mio vero nome!

    RispondiElimina