sabato 18 maggio 2013

Giù il cappello, signori!



Oggi ho deciso di postare il video integrale della conferenza stampa di ieri di MArcelo Bielsa. Chi capisce il castigliano se lo goda tutto, in particolare la seconda parte: esemplifica meglio di centnaia di articoli che tipo di uomo è il Loco, cos'è il calcio per lui e perché è una mosca bianca del futbol moderno. Per chi non comprende bene la lingua o non vuole passare mezz'ora davanti al video, vado a trascrivere i passaggi salienti della conferenza stampa.
Sul rinnovo: Yo de ninguna manera emplacé al club diciendo que no era yo el único que debía pronunciarse. No tiene importancia si quiero quedarme o no. Tiene importancia sólo si el club quiere que continúe.Yo sólo contestaré si el club me hace una propuesta para seguir. Nunca contesto sobre cuestiones hipotéticas. Non ho mai dato ultimatum al club dicendo che non ero l'unico che doveva parlare del rinnovo. Non ha importanza se io voglio o meno restare, ma solo se il club desidera che io continui. Risponderò solo quando il club farà una proposta per proseguire.
Sull'Athletic: El club es mucho más importante como institución que yo. Puede ser interpretado como falsa modestia. Pero lo dije siempre. Ayer dijo el presidente que quién pierde más si me voy. Yo o el Athletic. Siempre pierde más el que se va que el Athletic. Il club è molto più importante di me, l'ho sempre detto anche se potrebbe sembrare falsa modestia. Ieri il presidente ha chiesto chi perde di più se me ne vado, se io o il club. Sempre perde di più chi lascia l'Athletic.
Su sé stesso: Para ganar dinero, yo puedo ganar más dinero en otros lugares. Y para éxitos deportivos también puedo aspirar a otros sitios. Pero para mi el futbol no es cuestion de dinero ni de titulos. Posso guadagnare più soldi e vincere di più in altri posti. Ma per me il calcio non è questione né di soldi né di titoli.
Sulla squadra: Voy a recordar con más cariño esta etapa en la adversidad que la etapa en la que llegamos a las finales. Ricorderò con maggior affetto (la squadra) con cui ho passato questo momento di difficoltà piuttosto che quella con cui siamo arrivati alle due finali.

14 commenti:

  1. grande marcelo... dopo i brividi del discorso fatto alla squadra dopo la finale di coppa del re ci ha regalato altre perle...
    chi meglio del loco può incarnare la filosofia athletic?
    io firmerei per bielsa a vita, ma la società deve esserne convinta e dargli tutto il supporto possibile
    e quest'anno spesso purtroppo non mi è sembrato che sia stato sempre così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto oggi, al 99% purtroppo se ne andrà.

      Elimina
  2. E pensare che lo credevo uno con la puzza sotto al naso invece mi sono accorto che è proprio un allenatore "da Athletic".Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente da Athletic! Semmai sono altri a non essere all'altezza della maglia che indossano.

      Elimina
  3. Edo, mi accontento della tua traduzione che basta e avanza per far capire che è un grand'uomo. Con queste parole penso anch'io che sia un mister "da Athletic". Galis

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Edo!
      Ora mi gusto bene l'intervista..

      Elimina
    2. Grande Bielsa ragazzi!

      Elimina
  4. linko qua il servizio fatto da Filippo Ricci per la gazzetta, sull'ultimo saluto al S.Mames...che a guardare dalle immagini(fa vedere anche il nuovo)mi domando come possa essere pronto per la nuova stagione...
    http://video.gazzetta.it/addio-san-mames/1e02be3a-c777-11e2-8b4d-a4d44d8a6d75

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricci è sempre il solito cialtrone. Il Barria sarà pronto per la seconda-terza giornata, all'inizio ci toccherà giocare da qualche altra parte. Grazie del link comunque!

      Elimina
    2. anche a me non piace Ricci...però ho apprezzato che si parlasse anche di Athletic Club e non delle solite due squadre,Real e Barca,che sembrano le uniche due squadre della Liga...

      Elimina
    3. Il problema è che anche colpa sua, perché nei suoi articoli si parla solo di Barcellona e Madrid. Poi ogni tanto si sveglia e si ricorda che esistono altri club nella Liga, ma lo fa una volta ogni morte di papa e solo in occasioni particolari.

      Elimina
  5. Ciao Edo.
    Ti scrivo qui ma puoi rispondermi anche su FB. Come penista credo che una nostra sollecitazione alla dirigenza per sostenere Bielsa (si parla insistentemente di Valverde) almeno per un altro anno sia necessaria. Magari tu che hai più contatto con le alte sfere senti se sono anche loro dell'idea. Credo che in un momento così delicato la domanda fondamentale non sia se Bielsa debba restare o no, bensì ciò che l'Athletic vuole\vorrà essere e dimostrare. Quand'era CT del Chile, nonostante fosse adorato dalla gente, disse che il ciclo era finito e che doveva andar via. A Bilbo è successo l'opposto: ha messo il popolo e l'Athletic sempre avanti a sé e ha manifestato a cuore aperto la sua volontà di far ancora parte di questa famiglia. E se Urrutia e l'Athletic hanno un'etica è proprio quella di trattare il calcio come una tradizione romantica (che coniuga chiaramente le esigenze di un'azienda che produce fatturato). Ma ciò non deve tradursi con il cinismo che domina questi tempi e cedendo alla facile tentazione di cambiare per una questione di immagine. Alla fine è anche per un gusto logico e statistico: un anno è stato straordinario, realmente straordinario, e un anno no. Il ciclo dev'essere ancora concluso.
    Devono capire che Bielsa è più di un allenatore.

    RispondiElimina
  6. Ma notizie su Bielsa?
    ditemi che rimane
    ROBERTO

    RispondiElimina