mercoledì 19 marzo 2008

Giustizia è fatta.

Risultato omologato al momento della sospensione (2-1 per noi con gol di Yeste e David Lopez), due partite da giocare lontano dal "Ruiz de Lopera" e 9.000 euro di multa per il Betis. I giornali parlano di sanzione esemplare e senza precedenti nel calcio spagnolo. Adesso i betici hanno dieci giorni per presentare ricorso, spero vivamente che ci risparmino questo spettacolo pietoso ma conoscendo il loro presidente (che qui in Italia certa stampa serva definirebbe "vulcanico") temo che non eviteranno l'ennesima caduta di stile. Fatti loro, quel che importa è che giustizia è fatta!

6 commenti:

  1. Dando un'occhiata sul sito dell'Athletic, dove c'è la possibilità di vedere le immagini pre, durante e post partita, la sanzione inflitta mi sembra anche poca cosa. Ma perchè nessuno ha detto che la squadra basca è stata costretta ad abbandonare lo stadio in tarda serata? Perchè nessuna ha detto che il presidente del Betis, dopo tutto quello che era successo, ha avuto il coraggio di dichiarare che la vera vittima era la usa squadra?

    RispondiElimina
  2. utente anonimo19 marzo 2008 15:52

    Purtroppo il "vulcanico" presidente del Betis non è stato zitto ed ha affermato l'esistenza di un complotto contro la squadra andalusa

    RispondiElimina
  3. utente anonimo19 marzo 2008 18:07

    Giustiza e' fatta un corno!!! Questa e' una farsa, solo 2 partite di squalifica? ma siamo fuori?!?!?

    E che dire dei 9000 euro di multa, ma fatemi il piacere!
    Adriano pagava il triplo per essere rimasto in discoteca!

    Mah, almeno hanno convalidato il risultato!!!

    Infine, un'ultima dedica al "grande" Betis:
    A SEGUNDAAAA OÉ
    A SEGUNDAAAA OÉ

    Adri

    RispondiElimina
  4. utente anonimo20 marzo 2008 03:13

    Peraltro ho visto le immagini sul sito dell'Athletic della giornata della squadra a Siviglia e devo dire che è stato uno spettacolo che mi ha lasciato allibito. Ma la squadra di casa non dovrebbe garantire la sicurezza degli ospiti, tra i suoi doveri di ospitalità?
    Invece tra le altre cose li hanno fatti entrare allo stadio con una passerella davanti a una folla inferocita che gli urlava di tutto, compreso terroristi, etarras etc.
    Bah

    Alex

    RispondiElimina
  5. Grangol, Anonimo, Alex: la mamma degli idioti è sempre incinta e in zona Betis ha figliato parecchio. Le vostre osservazioni sono tutte giuste, alle vostre domande purtroppo non c'è risposta. Che la partita fosse a rischio era il Segreto di Pulcinella, tanto che un membro dei Leones Italianos aveva scritto di temere grossi incidenti qualche giorno prima del match. Se a una tifoseria di stampo nazionalista aggiungi una dirigenza che soffia sul fuoco della polemica, il risultato non è difficile da immaginare. Resta il fatto che nessuno abbia mosso un dito per tentare di calmare le acque.

    Adri: per me giustizia è fatta non in senso lato (le sensazioni sarebbero dovute essere esemplari: 3-0 a tavolino, multa di qualche milione di euro, campo chiuso fino al termine della stagione vista la recidività dei betici), ma in senso stretto, ovvero solo riguardo al nostro caso. Temevo che avrebbero deciso di far disputare i 20 minuti e non avrebbero squalificato il campo, dunque mi sono sentito sollevato a leggere della condanna del Betis. La Federazione ha riconosciuto l'inciviltà della tifoseria biancoverde, dunque un po' d giustizia è stata fatta (forse dovevo usare questo come titolo!).

    RispondiElimina
  6. INNANZITUTTO CIAO EDO...E POI
    GIUSTIZIA FATTA,SIA IN CAMPO KE FUORI,EVVAI 3 PUNTI,COSì QUUI BETICI SE NE VANNO DRITTI DRITTI IN SEGUNDA E PER FINIRE M UNISCO AD ADRI...CORO X IL BETIS...
    A SEGUNDA OE'
    A SEGUNDA OE'
    ! SEVILLA ES SOLO ROJO Y BLANCA !

    RispondiElimina