lunedì 2 aprile 2012

30a giornata: Barcelona 2-0 Athletic.


Barcelona: Valdés; Alves, Pique, Mascherano, Adriano, Sergio Busquets, Thiago, Iniesta (77' Xavi), Alexis (83' Keita), Messi, Tello (62' Pedro).
Athletic Club: Iraikoz, Iraola, Javi Martínez, Ekiza, Aurtenetxe; Iturraspe, Iñigo Pérez (46' Ander Herrera), De Marcos; Susaeta, Toquero (59' Llorente), Ibai (46' Muniain).
Reti: 40' Iniesta, 58' Messi (rig.).
Arbitro: Mateu Lahoz (colegio valenciano).

È andata come doveva andare, e il prossimo che mi riparlerà di una LFP che fa gli interessi dell'Athletic verrà cortesemente mandato a quel paese: e non parlo del rigore (peraltro scandaloso) con cui il Barça ha chiuso la partita, ma del fatto che i Leoni siano dovuti scendere in campo neanche 48 ore dopo la durissima trasferta di Gelsenkirchen, cosa che sarebbe vietata dal regolamento. E tutto questo per quale motivo? Perché i blaugrana devono giocare il ritorno di Champion's col Milan... come se giovedì non ci fosse la nostra partita di ritorno contro lo Schalke. Sarebbe stato meglio mandare in campo il Bilbao Athletic, tanto per dare un segnale. A lorsignori non basta aver trasformato la Liga in un discorso a due, no, devono sempre esserci aiuti e agevolazioni all'Old Firm in salsa iberica (come se ce ne fosse bisogno...) e davvero non se ne può più. Peraltro l'ottimo orario mi ha impedito di vedere la partita, ma tant'è, già si sapeva come sarebbe finita. L'unica cosa positiva è stata la grande prestazione di Ekiza, che ha marcato Messi cavandosela molto bene ed è stato per questo elogiato da Bielsa nella conferenza del dopo-gara. Ora sotto con lo Schalke, la rivincita ce la prenderemo a maggio.

2 commenti:

  1. Avevo già commentato un post sotto. I g n o b i l e LFP.

    RispondiElimina