sabato 12 aprile 2008

Stagione finita per Orbaiz.


Orbaiz esce dal terreno di gioco dopo l'infortunio subìto durante la partita con il Recreativo (foto As).

Ne avrà per almeno 3 mesi Pablo Orbaiz, il cervello del centrocampo dell'Athletic, operato a inizio settimana per risolvere i problemi alla caviglia destra che lo tormentano da inizio anno. La situazione in classifica dei Leoni, che hanno praticamente raggiunto la salvezza, ha spinto i medici del club a scegliere di operare il nostro numero 16 adesso per averlo disponibile all'inizio della prossima stagione, invece che rimandare l'intervento a fine campionato come era stato preventivato qualche tempo fa. Orbaiz, 29 anni, è un giocatore tanto forte quanto fragile e nella sua carriera si è già dovuto confrontare con due infortuni gravissimi ad entrambe le ginocchia, dunque gli auguriamo tutti una pronta guarigione e un arrivederci a presto sul campo.

Asier Del Horno, titolare nelle ultime 4 partite di campionato, si è infortunato al piede destro e starà fermo per 2-3 settimane. Al suo posto tornerà dunque Koikili, che oggi era il prescelto per la conferenza stampa e ha parlato della sua recente esclusione, mostrandosi amareggiato ma non arrabbiato e pronto a dimostrare sul campo che si è dovuto accomodare in panchina più per le buone prove offerte nell'ultimo mese da Del Horno (giocatore di un'altra caratura rispetto al terzino ex Sestao, questo è innegabile) che per un proprio calo di rendimento. Questo è lo spirito giusto, Koi!

6 commenti:

  1. utente anonimo11 aprile 2008 20:21

    Ragazzi mi stò esaltando...grande Athletic!

    Cmq al ritorno del Gurpe l'assenza Di Pablo la sentiremo sicuramente di meno...

    RispondiElimina
  2. aupa athletic!!!il mito di questa squadra non lo supera nessuno!squadra che ha dovuto combattere con la storia e ritorsione politica costringendole a cambiare nome e ora con il calcio moderno!!non vedo l'ora di trasferirmi a bilbao..
    complimenti per il blog, i post sono veramente molto completi e interessanti

    FABIO "Onak eta txarrak"

    RispondiElimina
  3. Edo, ho letto da diverse parti sul web di un interessamento dell'Athletic su Arteta, sai nulla?

    RispondiElimina
  4. In effetti, l'assenza fino al termine della stagione di Pablo prospetta scenari interessanti...con Gurpegi mediano di contenimento, Javi Martinez sarà chiamato a confermare i progressi notevolissimi mostrati negli ultimi due mesi (progressi che, non a caso, sono coincisi con la serie positiva della squadra); nessuno dei due ha le caratteristiche del regista Orbaiz, ma il tasso di dinamismo che la coppia Gurpe-J. Mar. può assicurare in mezzo al campo è a parer mio davvero rilevante. Con i due pivote a recuperare palloni, pressare ed inserirsi a rimorchio, Yeste potrebbe essere il regista "occulto" della squadra, un'ala sinistra finta che in realtà si accentrerebbe per gestire il possesso palla e lanciare i compagni. Sono davvero curioso di vedere cosa sceglierà Caparros.

    Fabio: un Athletic-zale come te non può non iscriversi ai Leones Italianos, il fan club ufficiale dei sostenitori italiani dei biancorossi. Trovi il link nella colonna di destra. Grazie per i complimenti e benvenuto!
    PS Ti trasferisci a Bilbao per l'Erasmus o in via definitiva?

    Latino: non ho letto nulla al riguardo sui siti spagnoli (dove hai trovato la notizia? Se era calciomercato.com o robe italiane del genere non crederci, mi ricordo che anni fa scrissero che l'Athletic voleva prendere Johnson del Chelsea!!!), comunque Arteta vine accostato all'Athletic a mesi alterni e in modo del tutto infondato. Il giocatore, infatti, è tifosissimo della Real Sociedad e ha dichiarato più volte di non voler vestire la casacca dei Leoni per questioni di rivalità. A me dispiace, Arteta è un gran calciatore, ma la realtà è questa e a meno di una clamorosa retromarcia (stile Fabio Capello alla Juve) lui resterà sempre ben lontano da Bilbao.

    RispondiElimina
  5. L'avevo beccato qualche tempo fa su un sito sportivo spagnolo (a ricordarselo però...) e mi è capitato di rileggere di questa cosa, anche se come rumor di mercato su AupaAthletic.

    Dispiace anche a me non poterlo vedere con la camiseta rojoblanca perchè dal mio punto di vista è un grandissimo giocatore.

    Per il possibile ripensamento stile Capello non so, dipende dalla serietà del giocatore (cosa che comunque hanno in pochi).

    Comunque stavo pensando alla possibile eventualità nel futuro di avere una nazionale Basca riconosciuta dalla fifa, a livello di centrocampo sarebbe veramente una delle più forti tra le nazionali europee. Speriamo..

    RispondiElimina
  6. La rivalità tra Athletic e Real Sociedad è tale da ritenere pressoché impossibile un ripensamento di Arteta. E, d'altra parte, di gente come Capello non ce n'è molta all'estero, per fortuna.

    Su Euskal Herria ti rispondo in un post apposito!

    RispondiElimina